Come svuotare cache DNS in Windows 10

Il DNS (Domain Name System) è il servizio utilizzato da Internet per tradurre i nomi dei siti, gli URL utilizzano parole che le persone possono capire, in indirizzi IP, la “lingua” che i server Web, i router e tutti gli apparati di rete comprendono. Il Server DNS utilizzato è normalmente quello predefinito fornito dal nostro ISP (Internet Service Provider), ma si può migliorare la velocità e la sicurezza passando ad un alternativo.

Windows 10 memorizza automaticamente nella sua memoria cache anche gli indirizzi IP e altri risultati relativi ai server DNS dei siti che visitiamo per accelerare l’apertura delle pagine Web le volte successive, ma questo occasionalmente può bloccare il caricamento
del sito. Per risolvere il problema è possibile svuotare la cache DNS in Windows 10.

Come svuotare cache DNS in Windows 10

Innanzitutto dobbiamo avviare il Prompt dei comandi come amministratore. Per fare ciò digitiamo “Prompt dei comandi” nella casella di ricerca e avviamolo come amministratore cliccandolo col tasto destro del mouse.

prompt dei comandi

Digitiamo il comando ipconfig /flushdns nella finestra che appare e premiamo Invio per confermare.

prompt comandi

Con questa procedura la cache DNS in Windows 10 è svuotata. Se l’operazione è andata a buon fine apparirà la dicitura “Configurazione IP di Windows” “Cache del resolver DNS svuotata”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui